RIME DI REMO


Le rime di Remo “Il Poeta” anno 2017

Per il pranzo sociale, ognuno sempre solidale

Ci si trova a “i Chiari” in quel di Pozzuolo, dove di donne ce n’è uno stuolo.

 

Non si apprezza mai pienamente

La gioia di correre liberamente

Quanto nel momento che si è in stazione

Per un incidente che osta la deambulazione.

Il runner è il nuovo esploratore in città, senza freno

In quanto c’è un contatto certo con il terreno

E può scattare foto con gli occhi

Senza che di calare il ritmo gli tocchi.

Egli è il migliore tramite tra il povero pedone

E l’autista che in genere nutre ammirazione

E magari sta più di prima attento

Anche ad un pedestre attraversamento.

Mentre si rigenera il runner ammira gli scenari

Che la natura ci regala con tanti particolari

Ed è il caso di dire che si diventa di sé farmacista

Sia che si corra sulla dura strada che sulla dolce pista.

Nella gloriosa Filippide dove c’è solo un gran capitano

Che risponde al nome di Giovanni Farano

Figurano iscritti 170 atleti tra grandi e piccini,

per cui non ancora un millepiedi, ma ci siamo vicini.

Non vedo l’ora di riprendere le mie corse

Anche se all’inizio lascerò molto in forse

Lo spettatore che non sarà convinto

Che il mio incedere sia o no innanzi spinto.

Si sa che chiunque si accinge ad essere podista

Fortifica e ritempera il fisico, così che mista

Alla voglia di un sempre maggior movimento

Nasce la necessità di misurarsi in leale cimento.

Ci sono nomi storici che sono trascinatori

Nel ns. gruppo, ma anche sui nuovi i riflettori

Si puntano volentieri per mettere in risalto

Le loro qualità nel dare ai primi posti l’assalto.

Nel nominare Risini che ha compiuto 588 gare

Non voglio affatto nessun altro dimenticare,

ma per es. come si può tacere di Pellegrini, Guerrieri, Van Der Male

 per i quali trovatemi, se vi riesce uno tale e quale.

Adesso chiudo questo povero rimare con la richiesta

Di un plauso ed un brindisi a future nuove gesta

Con la certezza che il nostro gruppo sportivo

Sia sempre più atleticamente performante e vivo.

 

 

                                                                                                                     Remo Ascanio, dicembre 2017


Le rime di Remo “Il Poeta” anno 2016

FILIPPIDE AUMENTA, COME ISCRITTI,  IL PROPRIO UMANO CAPITALE

PORTANDO AD UN NR. NOTEVOLE DI ATLETI L’ORGANICO PERSONALE.

ANCHE QUEST’ANNO, CENA SOCIALE, DELLA FILIPPIDE CHE SI RITROVA

PER IL SUNTO DELLA PASSATA STAGIONE ED IN VISTA DELLA NUOVA.

VI E’ STATO UN AUMENTO A NR. 78 ADULTI ISCRITTI

CON A FIANCO 70 GIOVANI CHE MAI SARANNO SCONFITTI

PERCHE’ IL LORO RITMO NELL’AFFRONTARE LE DIFFICOLTA’ DELLA VITA

LI PRESERVA DAL TROPPO TIMORE DI OSTACOLI O DI IMPERVIA  SALITA.

IL GRUPPO E’ FORMATO DA PERUGINI, TERNANI, SENESI, ARETINI E PRATESI

TUTTI ANIMATI DALL’AMORE PER LA CORSA CHE LI FA DEL TUTTO COESI.

LE PROFESSIONI SONO LE PIU’ DISPARATE, DALL’INGEGNERE ALL’OPERAIO

MA IN CORSA ESISTE SOLO TIZIO, SEMPRONIO OD INVECE CAIO.

I 5 PODISTI CON MINORI SOSTE E QUINDI CON ALL’ATTIVO PIU’ GARE

AFFRONTATE CON UNA SERIA PREPARAZIONE SI’ DA BEN FIGURARE

SONO STATI: PAOLO PELAGRILLI CHE CON BEN 89 GARE NELLA STAGIONE

HA STABILITO UN RECORD DI PROLIFICITA’ DA VERO CAMPIONE –

RISINI FAUSTO SI E’ OVVIAMENTE INSERITO IN QUESTO LOTTO DI RIGORE

DATA LA SUA INDEFESSA LENA DI FORMIDABILE ED INDOMITO CURSORE

PORTANDO A 500 IL TOTALE PRESENZE DI SEMPRE CHE E’ UN PRIMATO

CHE DIFFICILMENTE DA UN FILIPPIDE DEL MOMENTO SARA’ EGUAGLIATO.

PELLEGRINI GIANNI ALLO STESSO MODO E’ STATO FREQUENTE PROTAGONISTA

SI DA ACQUISIRE SENZA USURPARLA, L’IDENTITA’ DI EFFICACE E VERO PODISTA.

GUERRIERI MASSIMO IL DOTTORE CHE VA SEMPRE ACCELERANDO

HA SALTATO SOLO QUALCHE GARA DI QUANDO IN QUANDO.

MERLUZZO MATTEO CON 100 GARE DI PRESENZE TOTALI E CON UN NR. DI 8 VITTORIE

SI CONSACRA DEFINITIVAMENTE PUNTA DI DIAMANTE SENZA TANTE STORIE

E LA PERLA E’ STATO NELLA MEZZA L’1.13.27 CON CUI SI E’ ESPRESSO

UN SIGNOR TEMPO CHE E’ SENZA MENO GARANZIA DI SUCCESSO.

TRA LE DONNE: BILLI FRANCA CON 42 GARE NELL’ANNO HA SEMINATO UN VERO SCOMPIGLIO

NEL MONDO ROSA, CON CENTO PRESENZE TOTALI, ONORATE TUTTE CON FIERO CIPIGLIO.

ALESSANDRA MECARONE CON CLAUDIO SONO ARRIVATI  AL TRAGUARDO

DELLE 50 PRESENZE ACCUSANDO SEMPRE E SOLO UN MINIMO RITARDO.

RUBECA ROSITA SALE SUL PODIO CON 300 PRESENZE AFFRONTATE

SEMPRE CON IMPEGNO INTENSO E IN NESSUN CASO SNOBBATE.

100 USCITE UFFICIALI TOTALI PER SYLVIA VAN DER MALE, L’OLANDESE VOLANTE

CHE A CASA CON 3.15.57 NE HA MESSE DIETRO DECISAMENTE TANTE.

RIFLETTORI A TUTTA SU LAZZERINI GIANFRANCO CHE A FERRARA NELLA CORSA REGINA

HA FERMATO IL CRONO A 2.46.18 PONENDO SUL SUO PALMARES UNA BELLA CILIEGINA.

100 PRESENZE TOTALI ANCHE PER BIONDI RICCARDO L’ELETTRICO GRISSINO

CHE DOPO UNO STOP FORZATO HA RIPRESO A METTERE I PRIMI NEL MIRINO.

SUL GRADINO PIU’ ALTO E’ SALITA 3 VOLTE LA VELOCE LEPRE DELLA CARRAIA

GATTOBIGIO SIMONA CON IL SUO INCEDERE DA FRENETICA LAVANDAIA.

LA GAZZELLA DI PACIANO, CON LA SUA CONTINUA DETERMINAZIONE, MARCO PEPPICELLI

E’ SEMPRE TRA I PROTAGONISTI E NON SOLO QUALCHE VOLTA, PRIMA DI QUELLI.

SUTTON RICHARD CORRE CON GRANDE EFFICACIA E SCIOLTEZZA

EX ARBITRO DI PREMIER LEAGUE E’ DEI MIGLIORI ALL’ALTEZZA.

VOGLIO INFINE RASSICURARE SULLA MIA PERDURANTE MOBILITA’

ANCHE SE UN OCCHIO DISTRATTO PUO’ SCAMBIARLA PER STATICITA’.

IL DR. VIGNAI ELVIO NON SIVEDE DA UN PO’ DI TEMPO QUASI PER NULLA

COMPRESO, CON LA CONSORTE, A RIMIRARE LAVINIA NELLA SUA CULLA.

QUINDI SIGNORI DELLO SPORT PRONTI AL VIA ALLA MATTINA O ALLA SERA

APRENDO LA NS. PERSONALE FARMACIA PER UNA MEDICINA VERA

CHE CI PROCURIAMO CON TANTO CONTINUO E REGOLARE MOVIMENTO

SIA ESSO EFFETTUATO A RITMO SOSTENUTO OPPURE BLANDO E LENTO.

MI SCUSO PER NON AVER POTUTO NOMINARE TUTTI QUANTI

MA UN PLAUSO COMUNE TRIBUTIAMO A TUTTI GLI ASTANTI.

PERO’ NON SIPUO’ CERTO TACERE DI GIOVANNI FARANO

CHE CON PASSIONE E COMPETENZA CI PRENDE PER MANO

CONDUCENDOCI SEMPRE IN ASSETTO SU UNA DIVERSA CONTRADA

DOVE INCONTRIAMO CON PIACERE UNA CARA AMICA: LA STRADA.

 

                                                                                Remo Ascanio, nov. 2016


Le rime di Remo “il Poeta” anno 2014

LA FILIPPIDE CONSEGNA ANCORA ALLA SUA GIA’ RICCA STORIA
UN ALTRO ANNO, IL 2014, CARICO DI GIOIE E MOMENTI DI GLORIA.

LA FILIPPIDE CONTA AL MOMENTO BEN 146 GAMBE PIU’ O MENO MATURE
ED ALTRE 140 PIU’ GIOVANI, MA SEMPRE SCATTANTI E SICURE.
COME AL SOLITO ALLA CENA SOCIALE
SI PREMIANO COLORO CHE OLTRE IL NORMALE
HANNO DATO, CON PASSIONE, LUSTRO E VIVACITA’
ALLA NS. GLORIOSA E SEMPREVERDE SOCIETA’.
I PRIMI 5 UOMINI PIU’ PROLIFICI PER GARE NELL’ANNO
SONO I SEGUENTI PODISTI CHE DI RADO VEDI IN AFFANNO:
DAVANTI RISINI, OVVIAMENTE, DA UOMO IMMAGINE, UN PO’ SFOCATA
ALL’ATTO DELLA CORSA PER VIA DELLA VELOCE SUA FALCATA.
SOLFANELLI MIRCO CHE TALVOLTA FA ANCHE DA LEPRE DI RIFERIMENTO
PER CHI VOGLIA IL PROPRIO TEMPO RITOCCARE IN QUALCHE CIMENTO.
GUERRIERI MASSIMO, DAL PROGRESSIVO ACCELERARE, E’ DI RADO AI BOX
MA POI RITROVA TUTTI I SUOI VALORI COME SE CUSTODITI A FORTE KNOX.
POLVERINI GINO HA UNA REGOLARITA’ ESEMPLARE
CHE SFOGGIA SEMPRE NELLE SUE NUMEROSE GARE.
FEDI FABRIZIO E’ UN RUNNER DI SICURA CLASSE
CHE CORRE COME SE A SPASSO SE NE ANDASSE.
LE PRIME 3 ATALANTE CHE HANNO DIVORATOIN QUEST’ANNO, PIU’ DISTANZA
SONO LE SEGUENTI SILFIDI CHE DANNO IL MEGLIO IN OGNI CIRCOSTANZA.
ROSITA RUBECA CHE E’ ORMAI FAMILIARE CON OGNI PERCORSO
ED E’ PIENO DI SODDISFAZIONI IL SUO STORICO TRASCORSO.
FEDERICA GONNELLINI E’ UNA NEW ENTRY MA DI SICURO AVVENIRE
E PER LEI CHE CORRE A GUISA DI VALANGA, L’AUTONOMIA NON PARE MAI FINIRE.
SYLVIA VAN DER MALE E’ ANCH’ESSA UNA NUOVA ARRIVATA
MA SI E’ IMPOSTA SUBITO MALGRADO L’ARIA UN PO’ RISERVATA.
IL PREMIO PER LE PRESENZE ACCUMULATE FIN DAL REMOTO PASSATO
VA AI SEGUENTI CORRIDORI CHE TANTO HANNO GAREGGIATO:
A BUSSETO ROSITA RUBECA HA TAGLIATO IL TRAGUARDO
PER LA 200° VOLTA COL PIGLIO SOLITO E CON FIERO SGUARDO.
ASCANIO REMO, IL VETERANO POETASTRO, LA 200° A FABRO SCALO HA CONCLUSO
E NONOSTANTE LE MOLTE PRIMAVERE E’ BEN LUNGI DALL’ESSERE FUORI USO.
AL GIRO DEL LAGO DI CHIUSI, PERICOLI L., SEMPRE CON INCEDERE MAESTOSO
HA COMPLETATO LA 100a, MA NON GLI SI ADDICE IL LUNGO RIPOSO.
100 GARE ANCHE PER IL CORIACEO MARIO FATTORINI
AI 10000 DEL CAMPANILE TRA STRETTE DI MANO E SORRISINI.
50 GARE PER IL CRONO-MAN POLVERINI GINO IL DINOCCOLATO
A C. DEL LAGO PER I 5000 CHE CONCLUSE UN POCO TRAFELATO.
FEDI FABRIZIO HA MESSO IN FILA LE 50 GARE ALLA STRASIMENO
ED ANCHE LUI NON HA VOLUTO ESSERE DA MENO.
50 GARE AL LAGO DI CHIUSI PER IL PRODE QUATTRUCCI MARCO
IL CUI MOTTO E’ “MI PIEGO, MA D’IMPEGNO MAI SON PARCO”.
TORELLO STEFANO HA MESSO NEL CARNIERE LA 50° AD ORVIETO
E LUI E’ UNO CHE SI PUO’ DEFINIRE UN RUNNER COMPLETO.
50 GARE ANCHE PER ACQUARELLI LUCIANO CHE CON SDEGNO
STANCO DI STARE ALLA FINESTRA HA RIPRESO LA CORSA CON IMPEGNO.
PERO’ SU TUTTI SPICCA IL GIOVANE MATTEO MERLUZZO, DETTO “IL DRUGO”
SENZA IL QUALE QUALSIASI CORSA E’ COME LA PASTA SENZA IL SUGO.
TRA I NUOVI ATLETI DI LIVELLO C’E’ ANCHE LAZZERINI GIANFRANCO
CHE MACINA CHILOMETRI ED ANCHE NELLA MARATONA TIENE BANCO.
INOLTRE E’ DA POCO CON NOI, O SIAMO NOI CON LUI, ANDREA PEZZA
CHE SE IN FORMA DA’ A MOLTI PIU’ DI QUALCHE LUNGHEZZA.
GRADITO IL RITORNO DI SIMONA GATTOBIGIO MOLTO STIMOLANTE
NEL NS MONDO ROSA DOVE TROVERA’ PIU’ DI UNA VALIDA SIDANTE.
ANGELINI SABRINA E RICCARDO BIONDI SON DA POCO FELICI GENITORI
DEL PICCOLO NOAH CHE RECLAMA ATTENZIONE SE NO SON DOLORI.
BACCELLI GIANCARLO, QUANDO SCENDE DALLA BICICLETTA
LO VEDI CORRERE, ANCHE SE DIRADO, IN TUTTA FRETTA.
BARBABIANCA ENRICO E’ ACCOMPAGNATORE DELLA MOGLIE FRANCA BILLI
MA PURTROPPO L’INFORTUNIO DI QUEST’ULTIMA LI FA ESSERE TRANQUILLI.
ANDREA BATANI LO VEDI SEMPRE CON ARIA DA GALLO E COMBATTIVA
MA AL MOMENTO DELLA PARTENZA E’ LUI CHE NON ARRIVA.
BERILLI FABIO SI FA VEDERE NELLE GARE DEL POSTO
E SI NOTA SUBITO D’AVERE A CHE FARE CON UNO MOLTO TOSTO.
CARINI ANGELO TAYLOR OTTIENE SEMPRE UN BUON PIAZZAMENTO
IN VIRTU’ DI INNATE QUALITA’ E DI FERREA VOLONTA’ IN OGNI CIMENTO.
DATO IL SUO ECLISSI, PER CASERIO MAURO, ETERNO MIO PREDECESSORE
NON SI ESCLUDE L’AVVENUTO ACQUISTO D’UN BEL NUOVO TELEVISORE.
CHIONNE MAURIZIO LO VEDI TALVOLTA, MA DI STRAFORO
IN QUANTO, PUR AMANDO QUESTO SPORT, E’ OBERATO DI LAVORO.
DEL BERGIOLO ROBERTO E’ IL GRANDE ASSENTE
MA NE ASPETTIAMO IL RIENTRO TRA LA NS. GENTE.
DRAGONI MARCO SI CIMENTA IN FABRO DOVE E’ ALBERGATORE
ED E’ CERTO CHE NESSUN CLIENTE GLI SCAPPA DA BUON CORRIDORE.
FARANO GIOVANNI E’ IL NS REGISTA, COME CARLO CONTI, MATTATORE
E FA UNA MARATONA ALL’ANNO, MA SEMPRE CHE SI STIA SOTTO LE 4 ORE.
FEDI ALESSANDRO E’ STATO UN ESEMPIO ED UNA BELLA BANDIERA
CHE AL MOMENTO NON SVENTOLA PER UNA SORTE A DIR POCO NERA.
FLORENZI MASSIMA, DI PRATO, HA PARTECIPATO ALLA PISTOIA ABETONE
ED E’ STATO L’ESORDIO IN UNA ULTRA DOVE HA FATTO UN FIGURONE.
GASPERINI ANDREA HA RISORSE INFINITE E CLASSE DA VENDERE
ED E’ SEMPRE IN GRADO QUALSIASI GARA DI ACCENDERE.
GHEZZI STEFANIA E’ SEMPRE DISPONIBILE NELL’AIUTARE
ANCHE SE AL CORRERE PREFERISCE IL CAMMINARE.
ILLIANO SALVATORE FORSE TEME IL CONFRONTO CON ME STESSO
POICHE’ IN UN CERTO TEMPO (LE 2-3 DI NOTTE) LO FACEVO SEMPRE FESSO.
MEACCI ILARIA A CAUSA DELLO STUDIO HA PER LE GARE POCO SPAZIO
MA QUANDO CORRE, PER TENERLA, ERA UN VERO E PROPRIO STRAZIO.
MELONI ALESSANDRO DA QUANDO IN STATO DI PATERNITA’
HA CESSATO TOTALMENTE QUESTA BELLA ATTIVITA’.
MILLERI GILBERTO AMA LE LUNGHE CORSE DA UOMINI DURI
E DEL FATTO CHE BEN SI COMPORTI SIAMO PIU’ CHE SICURI.
MONTINI FABIO PRIVILEGIA IL TRIATHLON AL PODISMO
MA NON SI TRATTA DI UNA VERA FORMA DI SCHIAVISMO.
MUSOTTI LUCA, CON SCORZIELLO, ALBANESI E RUSSO CURANO IL SETTORE GIOVANILE
E SIAMO CERTI CHE EMERGERA’ PIU’ DI UN ASSO SOTTO IL NS. CAMPANILE.
NAPPINI ARMANDO UNA SPALLA AVEVA LESO
MA SPERIAMO SI SIA ORMAI BEN RIPRESO.
NAPPINI LUCA SI PUO’ DEFINIRE UNA INSTANCABILE SCHEGGIA
CHE COPRE LUNGHE DISTANZE COME QUANDO DELL’ACQUA SORSEGGIA.
PAGLIAI ROBERTO ORIGINARIO DI ACQUAVIVA
SI CIMENTA SOLO DEL SUO PAESE BEN IN RIVA.
PASSERI MARCO E’ UN MISTICO PODISTA CHE TALVOLTA VEDI
PER IL BASSO SUDORE PROSEGUIRE SENZA LE SCARPE AI PIEDI.
PATALACCI LIVIO INIZIA LA SUA STORIA DANDO VITA AL NS. GRUPPO
E LO VEDI ARRIVARE CON FEROCE DETERMINAZIONE, ANCHE SE MOLLO ZUPPO.
PEPPICELLI MARCO DEVE I SUOI NATALI AD UN CAMPIONE VELOCE PIU’ DEL VENTO,
PURTROPPO SCOMPARSO, ANCHE SE, PER IL VERO, IL SUO RITMO E’ UN PO’ PIU’ LENTO.
PIERINI ROBERTO, NELL’IMMINENZA DI UNA GARA, NON HA EGUALI NEL SIMULARE
SALVO POI NELLA DURA PRATICA DOVERSI ALQUANTO RIDIMENSIONARE.
PINZI ERMANNO SI DEDICA GENERALMENTE AL BREVE TRACCIATO
MA L’IMPORTANTE E’ FARE MOVIMENTO COSTANTE E BEN INTERVALLATO.
PITTARO BIAGIO SI FA VEDERE OGNI TANTO E A ME NON DISPIACE
IN QUANTO LA PAURA D’ESSERE FANALINO DI CODA IN ME SI TACE.
ROCCHINI STEFANO, UNO DEI PIU’ FORTI ROCCIATORI UMBRI E VALIDO CON L’ARCO
CON CUI VINCE MOLTE GARE, E’ OVVIAMENTE DI PRESENZE SEMPRE PIU’ PARCO.
ROVAI ALBERTO CHE AVEVA SEMPRE PRIMEGGIATO
PER INFORTUNIO AL MOMENTO, SI SPERA, SI E’ FERMATO.
SERI GUIDO AMA LE DISTANZE CORTE
MA LE PERCORRE CON RITMO MOLTO FORTE.
SUTTON RICHARD RISULTA ESSERE L’UNICO STRANIERO
E SI RIVELA SEMPRE UN ATLETA SERIO E VERO.
TERZAROLI PAOLO NONOSTANTE ABBIA MESSO SU FAMIGLIA
E’ SEMPRE IN FORMA E SALTUARI, MA MERITATI ALLORI, VA E SI PIGLIA.
TURCHI GABRIELE E’ UN METRONOMO POSSENTE
CHE SOLO DI RADO E DOPO LUNGO TEMPO LA FATICA SENTE.
VIGNAI ELVIO ALTRO COMPONENTE STORICO CHE NON HA PERSO LO SMALTO
ANCHE SE QUELLO DELLE SUE PRESENZE NON E’ INVERO UN NUMERO ALTO.
ORMAI LA STANCHEZZA M’ASSALE DI MENTE
E LA RIMA NON MI VIEN PIU’ FACILMENTE
MA DI CERTO CI SONO ALCUNI CHE INVOLONTARIAMENTE NON HO NOMINATO
E QUESTO GIACCHE’ DELLA LORO CONOSCENZA NON MI SONO ANCORA ONORATO.
PER FINIRE DATO CHE, COME UNIVERSALMENTE SI ATTESTA, LA CORSA E’ LA MEJO MEDICINA
UN PLAUSO VA TRIBUTATO A FARANO CHE CON I SUOI QUESTO GIOIOSO MONDO CI AVVICINA.

By Remo Nov. 2014


Le rime di Remo “il Poeta” anno 2013

2013 per la Filippide che bell’anno

Trascorso veloce, ma senza grosso affanno

 

Filippide si chiama questa meravigliosa associazione

Così battezzata da Alvaro Carnieri e vera sensazione

Desta la sua crescita che da pochi piedi portatori

Si aparute anime colme di impareggiabili valori

É giunta, per una solida base, a134 piedi veloci e sicuri

Rassicurante garanzia di innumerevoli successi futuri.

 

Soprattutto certezza di un certo roseo avvenire

È dato dal vivace settore giovanile capace di riunire

Ben 70 elementi che hanno un potenziale

Molto al di sopra della media normale.

 

Tra i promotori che hanno dato inizio a questa bella storia

Che da 4 lustri copre il ns gruppo di vera e meritata gloria

Ci sono ancora farano, Rocchini, Patalacci, Vignai e Acquarelli

La cui costante attività sportiva li ha resi più sani e più belli.

 

Un’ovazione per Fedi Alessandro, Risini e Seri

I quali, senza indugi, ma rudi uomini veri

Hanno superato le 300 gare

A riprova che hanno tanto da  dare.

 

Hanno toccato le 200 gare Solfanelli e Pierini

E non si è trattato  di prenderle come usano i bambini.

Le cento sono state il traguardo di Salvatore Illiano

Che stufo di buscarle da me ha per ora passato la mano.

 

Le 50 gare sono state appannaggio

Di Montini, Meacci, Luca Nappini, Billi e Pagliai  detto il saggio

Terzaroli Paolo, Meloni alessandro, Boldrini Simone, Gabriella Campeggio, è un dato

Hanno corso per la prima volta con il gruppo con dignitoso risultato.

 

Angelo Birelli, Enrico Barbabianca, Fabio Bibini, Luca Briziarelli e Francesca Caserta

Hanno allo stesso modo corso per la prima volta nel gruppo con falcata veloce e certa.

Siccome la consorte vuol vedere dove va il marito

Ci sono sei coppie che corrono insieme e però più di un dito

Si può metter in quanto normalmente il consorte vuole performare

E  dopo un pò quindi la sua dolce metà di colpo decide di lasciare.

 

O forse è meglio dire che siccome il ns gruppo si tinge vieppiù di rosa

Ne consegue che la sana e salutare corsa  è irresistibilmente contagiosa.

 

Le coppie sono: Solfanelli/Rubeca – Biondi/Angelini – Pierini/Ghezzi – Billi/Barbabianca – Fedi Fabrizio/Florenzi – Bochiola/Gallas

 

E qui non c’è la presenza della rima in quanto non richiesta

Da un elenco di nomi che già di per sè risuona come ad una festa.

 

Da sottolineare nel gruppo per le lunghe distanze la vocazione

Ed infatti si è partecipato a ben 14 importanti maratone.

Fra cui Helsinky, amsterdam e rotterdam dove molti svedesi ed olandesi

Sono rimasti della determinazione e gagliardia dei nostri alquanto sorpresi.

 

Massima Florenzi ha partecipato alla sua prima maratona di Lucca

Ma nonostante l’inesperienza ha gareggiato col giusto sale in zucca.

 

La classifica conferma ai massimi vertici

Tra i podisti più costanti e prolifici

I soliti Fedi, Risini, Guerrieri, Pierini e Solfanelli

Che trova ogni piè sospinto su vie o rupestri stradelli.

 

Tra le donne Rubeca, Billi e Meacci hanno corso più di tutte

E le vedi queste atalante alla fine tutt’altro che distrutte.

Nelle distanze corte la punta sembra essere Angelo Taylor Carini

Il cui margine di miglioramento sembra non avere confini.

 

Nelle mezze rileviamo le buone prestazioni

Di Paolo Terzaroli e dell’aitante Alessandro Meloni.

Fabrizio Fedi conferma la sua predisposizione per le corse never ending

Strasimeno, 100 km del passatore, Pistoia Abetone ed Eroico Running.

 

Gilberto Milleri con 36 tra maratone ed Ultra maratone

È quello che ne ha fatte di più da vero e consacrato campione.

Di nuovo ci piace ricordare il settore giovanile, fiore di 70 petali al ns occhiello

Curato con passione dai tecnici Musotti, Albanesi, Ilaria Meacci e Franco Scorziello.

 

Filippide ora e sempre vai

E che tu possa non fermarti mai

Salvo che per porre un alloro sua tua altera testa

Mentre l’emulo umiliato a mirarti basito resta.

 

Propongo al termine sospirato di questo lungo rimare di cui sono stanco

Un plauso per il conduttore Farano guida certa e fermo capo branco.

 

By Remo  16-11-2013