Archivi mensili: Novembre 2014


Le rime di Remo “il Poeta” anno 2014

LA FILIPPIDE CONSEGNA ANCORA ALLA SUA GIA’ RICCA STORIA
UN ALTRO ANNO, IL 2014, CARICO DI GIOIE E MOMENTI DI GLORIA.

LA FILIPPIDE CONTA AL MOMENTO BEN 146 GAMBE PIU’ O MENO MATURE
ED ALTRE 140 PIU’ GIOVANI, MA SEMPRE SCATTANTI E SICURE.
COME AL SOLITO ALLA CENA SOCIALE
SI PREMIANO COLORO CHE OLTRE IL NORMALE
HANNO DATO, CON PASSIONE, LUSTRO E VIVACITA’
ALLA NS. GLORIOSA E SEMPREVERDE SOCIETA’.
I PRIMI 5 UOMINI PIU’ PROLIFICI PER GARE NELL’ANNO
SONO I SEGUENTI PODISTI CHE DI RADO VEDI IN AFFANNO:
DAVANTI RISINI, OVVIAMENTE, DA UOMO IMMAGINE, UN PO’ SFOCATA
ALL’ATTO DELLA CORSA PER VIA DELLA VELOCE SUA FALCATA.
SOLFANELLI MIRCO CHE TALVOLTA FA ANCHE DA LEPRE DI RIFERIMENTO
PER CHI VOGLIA IL PROPRIO TEMPO RITOCCARE IN QUALCHE CIMENTO.
GUERRIERI MASSIMO, DAL PROGRESSIVO ACCELERARE, E’ DI RADO AI BOX
MA POI RITROVA TUTTI I SUOI VALORI COME SE CUSTODITI A FORTE KNOX.
POLVERINI GINO HA UNA REGOLARITA’ ESEMPLARE
CHE SFOGGIA SEMPRE NELLE SUE NUMEROSE GARE.
FEDI FABRIZIO E’ UN RUNNER DI SICURA CLASSE
CHE CORRE COME SE A SPASSO SE NE ANDASSE.
LE PRIME 3 ATALANTE CHE HANNO DIVORATOIN QUEST’ANNO, PIU’ DISTANZA
SONO LE SEGUENTI SILFIDI CHE DANNO IL MEGLIO IN OGNI CIRCOSTANZA.
ROSITA RUBECA CHE E’ ORMAI FAMILIARE CON OGNI PERCORSO
ED E’ PIENO DI SODDISFAZIONI IL SUO STORICO TRASCORSO.
FEDERICA GONNELLINI E’ UNA NEW ENTRY MA DI SICURO AVVENIRE
E PER LEI CHE CORRE A GUISA DI VALANGA, L’AUTONOMIA NON PARE MAI FINIRE.
SYLVIA VAN DER MALE E’ ANCH’ESSA UNA NUOVA ARRIVATA
MA SI E’ IMPOSTA SUBITO MALGRADO L’ARIA UN PO’ RISERVATA.
IL PREMIO PER LE PRESENZE ACCUMULATE FIN DAL REMOTO PASSATO
VA AI SEGUENTI CORRIDORI CHE TANTO HANNO GAREGGIATO:
A BUSSETO ROSITA RUBECA HA TAGLIATO IL TRAGUARDO
PER LA 200° VOLTA COL PIGLIO SOLITO E CON FIERO SGUARDO.
ASCANIO REMO, IL VETERANO POETASTRO, LA 200° A FABRO SCALO HA CONCLUSO
E NONOSTANTE LE MOLTE PRIMAVERE E’ BEN LUNGI DALL’ESSERE FUORI USO.
AL GIRO DEL LAGO DI CHIUSI, PERICOLI L., SEMPRE CON INCEDERE MAESTOSO
HA COMPLETATO LA 100a, MA NON GLI SI ADDICE IL LUNGO RIPOSO.
100 GARE ANCHE PER IL CORIACEO MARIO FATTORINI
AI 10000 DEL CAMPANILE TRA STRETTE DI MANO E SORRISINI.
50 GARE PER IL CRONO-MAN POLVERINI GINO IL DINOCCOLATO
A C. DEL LAGO PER I 5000 CHE CONCLUSE UN POCO TRAFELATO.
FEDI FABRIZIO HA MESSO IN FILA LE 50 GARE ALLA STRASIMENO
ED ANCHE LUI NON HA VOLUTO ESSERE DA MENO.
50 GARE AL LAGO DI CHIUSI PER IL PRODE QUATTRUCCI MARCO
IL CUI MOTTO E’ “MI PIEGO, MA D’IMPEGNO MAI SON PARCO”.
TORELLO STEFANO HA MESSO NEL CARNIERE LA 50° AD ORVIETO
E LUI E’ UNO CHE SI PUO’ DEFINIRE UN RUNNER COMPLETO.
50 GARE ANCHE PER ACQUARELLI LUCIANO CHE CON SDEGNO
STANCO DI STARE ALLA FINESTRA HA RIPRESO LA CORSA CON IMPEGNO.
PERO’ SU TUTTI SPICCA IL GIOVANE MATTEO MERLUZZO, DETTO “IL DRUGO”
SENZA IL QUALE QUALSIASI CORSA E’ COME LA PASTA SENZA IL SUGO.
TRA I NUOVI ATLETI DI LIVELLO C’E’ ANCHE LAZZERINI GIANFRANCO
CHE MACINA CHILOMETRI ED ANCHE NELLA MARATONA TIENE BANCO.
INOLTRE E’ DA POCO CON NOI, O SIAMO NOI CON LUI, ANDREA PEZZA
CHE SE IN FORMA DA’ A MOLTI PIU’ DI QUALCHE LUNGHEZZA.
GRADITO IL RITORNO DI SIMONA GATTOBIGIO MOLTO STIMOLANTE
NEL NS MONDO ROSA DOVE TROVERA’ PIU’ DI UNA VALIDA SIDANTE.
ANGELINI SABRINA E RICCARDO BIONDI SON DA POCO FELICI GENITORI
DEL PICCOLO NOAH CHE RECLAMA ATTENZIONE SE NO SON DOLORI.
BACCELLI GIANCARLO, QUANDO SCENDE DALLA BICICLETTA
LO VEDI CORRERE, ANCHE SE DIRADO, IN TUTTA FRETTA.
BARBABIANCA ENRICO E’ ACCOMPAGNATORE DELLA MOGLIE FRANCA BILLI
MA PURTROPPO L’INFORTUNIO DI QUEST’ULTIMA LI FA ESSERE TRANQUILLI.
ANDREA BATANI LO VEDI SEMPRE CON ARIA DA GALLO E COMBATTIVA
MA AL MOMENTO DELLA PARTENZA E’ LUI CHE NON ARRIVA.
BERILLI FABIO SI FA VEDERE NELLE GARE DEL POSTO
E SI NOTA SUBITO D’AVERE A CHE FARE CON UNO MOLTO TOSTO.
CARINI ANGELO TAYLOR OTTIENE SEMPRE UN BUON PIAZZAMENTO
IN VIRTU’ DI INNATE QUALITA’ E DI FERREA VOLONTA’ IN OGNI CIMENTO.
DATO IL SUO ECLISSI, PER CASERIO MAURO, ETERNO MIO PREDECESSORE
NON SI ESCLUDE L’AVVENUTO ACQUISTO D’UN BEL NUOVO TELEVISORE.
CHIONNE MAURIZIO LO VEDI TALVOLTA, MA DI STRAFORO
IN QUANTO, PUR AMANDO QUESTO SPORT, E’ OBERATO DI LAVORO.
DEL BERGIOLO ROBERTO E’ IL GRANDE ASSENTE
MA NE ASPETTIAMO IL RIENTRO TRA LA NS. GENTE.
DRAGONI MARCO SI CIMENTA IN FABRO DOVE E’ ALBERGATORE
ED E’ CERTO CHE NESSUN CLIENTE GLI SCAPPA DA BUON CORRIDORE.
FARANO GIOVANNI E’ IL NS REGISTA, COME CARLO CONTI, MATTATORE
E FA UNA MARATONA ALL’ANNO, MA SEMPRE CHE SI STIA SOTTO LE 4 ORE.
FEDI ALESSANDRO E’ STATO UN ESEMPIO ED UNA BELLA BANDIERA
CHE AL MOMENTO NON SVENTOLA PER UNA SORTE A DIR POCO NERA.
FLORENZI MASSIMA, DI PRATO, HA PARTECIPATO ALLA PISTOIA ABETONE
ED E’ STATO L’ESORDIO IN UNA ULTRA DOVE HA FATTO UN FIGURONE.
GASPERINI ANDREA HA RISORSE INFINITE E CLASSE DA VENDERE
ED E’ SEMPRE IN GRADO QUALSIASI GARA DI ACCENDERE.
GHEZZI STEFANIA E’ SEMPRE DISPONIBILE NELL’AIUTARE
ANCHE SE AL CORRERE PREFERISCE IL CAMMINARE.
ILLIANO SALVATORE FORSE TEME IL CONFRONTO CON ME STESSO
POICHE’ IN UN CERTO TEMPO (LE 2-3 DI NOTTE) LO FACEVO SEMPRE FESSO.
MEACCI ILARIA A CAUSA DELLO STUDIO HA PER LE GARE POCO SPAZIO
MA QUANDO CORRE, PER TENERLA, ERA UN VERO E PROPRIO STRAZIO.
MELONI ALESSANDRO DA QUANDO IN STATO DI PATERNITA’
HA CESSATO TOTALMENTE QUESTA BELLA ATTIVITA’.
MILLERI GILBERTO AMA LE LUNGHE CORSE DA UOMINI DURI
E DEL FATTO CHE BEN SI COMPORTI SIAMO PIU’ CHE SICURI.
MONTINI FABIO PRIVILEGIA IL TRIATHLON AL PODISMO
MA NON SI TRATTA DI UNA VERA FORMA DI SCHIAVISMO.
MUSOTTI LUCA, CON SCORZIELLO, ALBANESI E RUSSO CURANO IL SETTORE GIOVANILE
E SIAMO CERTI CHE EMERGERA’ PIU’ DI UN ASSO SOTTO IL NS. CAMPANILE.
NAPPINI ARMANDO UNA SPALLA AVEVA LESO
MA SPERIAMO SI SIA ORMAI BEN RIPRESO.
NAPPINI LUCA SI PUO’ DEFINIRE UNA INSTANCABILE SCHEGGIA
CHE COPRE LUNGHE DISTANZE COME QUANDO DELL’ACQUA SORSEGGIA.
PAGLIAI ROBERTO ORIGINARIO DI ACQUAVIVA
SI CIMENTA SOLO DEL SUO PAESE BEN IN RIVA.
PASSERI MARCO E’ UN MISTICO PODISTA CHE TALVOLTA VEDI
PER IL BASSO SUDORE PROSEGUIRE SENZA LE SCARPE AI PIEDI.
PATALACCI LIVIO INIZIA LA SUA STORIA DANDO VITA AL NS. GRUPPO
E LO VEDI ARRIVARE CON FEROCE DETERMINAZIONE, ANCHE SE MOLLO ZUPPO.
PEPPICELLI MARCO DEVE I SUOI NATALI AD UN CAMPIONE VELOCE PIU’ DEL VENTO,
PURTROPPO SCOMPARSO, ANCHE SE, PER IL VERO, IL SUO RITMO E’ UN PO’ PIU’ LENTO.
PIERINI ROBERTO, NELL’IMMINENZA DI UNA GARA, NON HA EGUALI NEL SIMULARE
SALVO POI NELLA DURA PRATICA DOVERSI ALQUANTO RIDIMENSIONARE.
PINZI ERMANNO SI DEDICA GENERALMENTE AL BREVE TRACCIATO
MA L’IMPORTANTE E’ FARE MOVIMENTO COSTANTE E BEN INTERVALLATO.
PITTARO BIAGIO SI FA VEDERE OGNI TANTO E A ME NON DISPIACE
IN QUANTO LA PAURA D’ESSERE FANALINO DI CODA IN ME SI TACE.
ROCCHINI STEFANO, UNO DEI PIU’ FORTI ROCCIATORI UMBRI E VALIDO CON L’ARCO
CON CUI VINCE MOLTE GARE, E’ OVVIAMENTE DI PRESENZE SEMPRE PIU’ PARCO.
ROVAI ALBERTO CHE AVEVA SEMPRE PRIMEGGIATO
PER INFORTUNIO AL MOMENTO, SI SPERA, SI E’ FERMATO.
SERI GUIDO AMA LE DISTANZE CORTE
MA LE PERCORRE CON RITMO MOLTO FORTE.
SUTTON RICHARD RISULTA ESSERE L’UNICO STRANIERO
E SI RIVELA SEMPRE UN ATLETA SERIO E VERO.
TERZAROLI PAOLO NONOSTANTE ABBIA MESSO SU FAMIGLIA
E’ SEMPRE IN FORMA E SALTUARI, MA MERITATI ALLORI, VA E SI PIGLIA.
TURCHI GABRIELE E’ UN METRONOMO POSSENTE
CHE SOLO DI RADO E DOPO LUNGO TEMPO LA FATICA SENTE.
VIGNAI ELVIO ALTRO COMPONENTE STORICO CHE NON HA PERSO LO SMALTO
ANCHE SE QUELLO DELLE SUE PRESENZE NON E’ INVERO UN NUMERO ALTO.
ORMAI LA STANCHEZZA M’ASSALE DI MENTE
E LA RIMA NON MI VIEN PIU’ FACILMENTE
MA DI CERTO CI SONO ALCUNI CHE INVOLONTARIAMENTE NON HO NOMINATO
E QUESTO GIACCHE’ DELLA LORO CONOSCENZA NON MI SONO ANCORA ONORATO.
PER FINIRE DATO CHE, COME UNIVERSALMENTE SI ATTESTA, LA CORSA E’ LA MEJO MEDICINA
UN PLAUSO VA TRIBUTATO A FARANO CHE CON I SUOI QUESTO GIOIOSO MONDO CI AVVICINA.

By Remo Nov. 2014